I lavori : “RISPRISTINO DELLA NATURALITA’ DEL TRATTO URBANO DEL TORRENTE MALLERO” hanno l’obiettivo di creare delle opere (passaggi per pesci) finalizzate alla risalita delle trote nel periodo della riproduzione. Il tratto terminale è caratterizzato da un’ottima vocazione ittica, in particolare per la riproduzione della trota marmorata, ma di fatto le tre biglie su cui si concentra l’intervento impediscono la migrazione dei pesci che risalgono dall’Adda. Lo scopo dell’intervento è proprio quello di eliminare queste discontinuità con delle opere finalizzate alla risalita delle trote.
In prossimità della prima briglia, ovvero quella prossima alla foce e posta al di sotto del viadotto della tangenziale, verrà realizzata una scala di rimonta vera e propria cosiddetta a bacini successivi (tipo quelle realizzate sul T. Masino), mentre sulle altre due briglie a monte è previsto il rifacimento della gaveta centrale al fine di ridurre il dislivello e contestualmente verranno realizzate delle rampe in massi ciclopici.
L’importo complessivo dei lavori si aggira intorno ai 200.000,00, l’intervento è finanziato dalla Fondazione Cariplo e si dovrebbe concludere entro la metà del mese di maggio. Rientra nel progetto INTERREG Italia-Svizzera denominato “UTILIZZO DELL’ACQUA E SALVAGUARDIA AMBIENTALE E DELLE BIODIVERSITÀ NEI BACINI DELL’ADDA, MERA ED INN”.
L’intervento a valle, in prossimità della confluenza Adda-Mallero e zona della Sassella, è un intervento dell’U.T.R. della Montagna (STER) e consiste oltre all’esportazione di materiale litoide accumulatosi negli anni nel letto del fiume nella realizzazione di scogliere in massi ciclopici a protezione degli argini, la durata è di circa 3 mesi.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *