A seguito della cattura di una “Marmorata o un suo Ibrido” in Adda di circa 90 cm di
lunghezza e 8 kg di peso, si ritiene doveroso comunicare quanto segue:
il giorno sabato 19 maggio alle ore 21.00 il nostro Corpo di Vigilanza veniva contattato
telefonicamente da un pescatore che comunicava di aver catturato e rilasciato una trota
“Marmorata o un suo ibrido” in Fiume Adda; l’azione di cattura e combattimento del
pesce è durata circa 30 minuti e la stessa dopo il rilascio non era più in grado di
riprendersi e sostava vicino a riva giacendo su di un lato.
Immediatamente due nostri agenti si recavano sul posto ed individuavano il pescatore
con il pesce ancora in acqua intento nel cercare di rianimarla.
Gli agenti a questo punto dopo ulteriori 20 minuti di rianimazione contattavano immediatamente l’ittiologo-
veterinario U.P.S. e congiuntamente decidevano di prendere in carico il pesce esanime
per i successivi ed opportuni esami veterinari di rito, quali il controllo del contenuto
stomacale ed il prelievo di alcune scaglie per la determinazione dell’età su base
scalimetrica. Il pesce resterà quindi nelle disponibilità di UPS.
Si precisa che la “Marmorata o suo ibrido” è una specie protetta in Provincia di Sondrio
ma per la quale è consentita la cattura con immediato rilascio. Al fine di salvaguardare
questa specie, così come le altre trote e temoli, sono in corso importanti lavori di
riqualificazione fluviale, come il ripristino della continuità fluviale in Mallero, e di
ripristino dei contingenti naturali mediante riproduzione e ripopolamento delle varietà
locali.
Catture di esemplari di queste dimensioni dimostrano che gli sforzi operati
congiuntamente alle Istituzioni locali consentono alla fauna ittica di “invecchiare”
accrescendosi e riproducendosi naturalmente.
Qualche incidente di percorso, come la morte di esemplari molto anziani dopo una
cattura e rilascio, è da considerarsi fisiologico; positiva invece la collaborazione tra
pescatori sportivi e UPS, a dimostrazione dell’unione di intenti nella direzione della
salvaguardia e della valorizzazione delle valenze ambientali della Provincia di Sondrio.

3 Comments

  1. Gentile UPS,
    alla luce dell’eccezionale cattura e delle successive analisi condotte dal vostro Dottore Ittiologo-Veterinario, sarei molto interessato di conoscere l’esito delle indagini condotte.
    Spero segua comunicato con Informazioni in merito.
    Complimentandomi con la vostra gestione, vi ringrazio.

    MB

    Rispondi

    1. Buona sera, non so se seguirà un comunicato poichè le analisi servono ad UPS più che a soddisfare la legittima curiosità altrui.

      Comunque se ci chiama tra un mesetto le farò sapere gli esiti. La ringrazio per gli apprezzati complimenti.

      I migliori saluti

      Davide Ravanetti – Ufficiale di Polizia Giudiziaria

      Vice Comandante – Responsabile Ufficio Controllo Interno ed Economato

      Unione Pesca Sportiva della Provincia di Sondrio

      “Palazzo della Provincia” Via Trieste 8 – 23100 – SONDRIO

      Tel. 0342217257 – Cell. 3394197857

      Mail: davide.ravanetti@unionepescasondrio.it

      Rispondi

  2. Spero che, alla fine di questa vicenda, abbiate restituito la trota al povero pescatore!

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *