Lago di Livigno. L’esercizio della pesca è consentito dal 1º maggio 2017
al 15 ottobre nei giorni: lunedì, martedì, mercoledì, sabato e domenica.
È consentita la cattura di numero 10 capi giornalieri di cui massimo 5
trote. MISURE MINIME: Salmerino cm 24 ; trota Fario e Iridea cm 25. È
vietata la cattura del Temolo. Permessi giornalieri con catture acquistabili
dal 2 maggio 2017. Tutto il pesce allamato di misura dovrà essere obbligatoriamente
trattenuto fino al raggiungimento della quota consentita, è
pertanto vietato trattenere pesce vivo in retini o altro. È vietata l’asportazione
dei Bamali (sanguinerola) vivi o morti dal luogo di pesca.
Ogni pesce trattenuto (salmerino compreso) dovrà essere registrato
singolarmente al momento della cattura utilizzando gli appositi spazi
del libretto segnapesci.
È consentito l’esercizio della pesca da natante con le medesime modalità
previste dal Regolamento nelle acque salmonicole della provincia di
Sondrio 2017 nella porzione meridionale del lago dal punto di immissione
del Fiume Spoel fino a delimitazione per tutta la larghezza del lago
costituita da una cima intervallata da una sequenza di boe ben visibili ai
natanti. La pesca da natante è consentita da una distanza minima di 50
metri dalla riva. Dalla 2ª domenica di marzo e fino all’apertura del lago
di Livigno la pesca nel torrente Spöl e nei suoi immissari, è consentita
sino alla confluenza del Rio Torto . Qualora il livello dell’acqua dovesse
superare tale punto, la pesca è consentita fino al limite del massimo
invaso. È, altresì, consentita la pesca nel torrente Vallaccia.