Rinnovata la concessione all’U.P.S. per altri dieci anni

Il 28 maggio 2012 è stata presentata alla Provincia di Sondrio formale istanza di rinnovo della concessione con congruo anticipo rispetto alla scadenza naturale prevista per il febbraio 2013.

Tale decisione è stata opportunamente valutata e assunta in relazione all'attuale incertezza amministrativa attinente alla ventilata soppressione delle Province da parte dello Stato, in quanto la stessa verrebbe svuotata delle specifiche competenze relative al rinnovo della concessione.

Dopo tale data, il Presidente della nostra associazione Valter Bianchini ha mantenuto costanti contatti con le autorità provinciali, con l'obbiettivo di accelerare l'iter dell'istruttoria della domanda e di pervenire al all'ottenimento del rinnovo prima dell'eventuale abolizione delle Provincie.

Con deliberazione n.119 del 6 luglio 2012 il Consiglio Provinciale, accogliendo la domanda, ha deliberato all'unanimità il rinnovo della concessione a scopo di piscicoltura all'UPS delle acque della provincia di Sondrio.

Infine, in data 02 agosto 2012 presso la nostra sede, in Via Fiume, in occasione della riunione del Comitato di gestione, i Presidenti della Provincia e dell'Unione Pesca, in presenza dell'Assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca Severino De Stefani, hanno illustrato con chiarezza e trasparenza le ragioni della decisione adottata e nel contempo hanno proceduto alla firma del disciplinare di concessione.

In sintesi, quindi, la concessione precedentemente rilasciata e che sarebbe scaduta il 15 febbraio 2013 è stata rinnovata fino al 15 febbraio 2023. La durata del rinnovo è quella massima consentita dalla legge Regionale 05 dicembre 2008 n.31.

Si esprime pertanto grande soddisfazione perché sono stati riconosciuti da parte del Consiglio Provinciale l'impegno e i sacrifici dell'associazione diretti a promuovere ed assicurare una gestione delle acque provinciali improntata sulla tutela e l'incremento della fauna ittica. In modo analogo è stato premiato l'impegno profuso, in collaborazione con la stessa Provincia, per importanti iniziative a difesa delle acque e per la tutela degli ambienti fluviali nonché nella concretizzazione di progetti tecnico – scientifici finalizzati all'incremento del patrimonio ittico attraverso l'ampliamento, il completamento e la ottimizzazione delle potenzialità del Centro ittico di Faedo e nello sviluppo di specie ittiche ritenute geneticamente idonee per le acque provinciali.

Ulteriore impegno è stato rivolto alla realizzazione di progetti finalizzati alla riqualificazione ambientale per i quali sono stati ottenuti importanti contributi, da ultimo il finanziamento di €. 310.000 da parte della Fondazione Cariplo per la riqualificazione del tratto terminale del torrente Masino e di alcuni importanti corsi d'acqua dell'Alta Valle.

Un particolare sforzo è stato rivolto negli ultimi due anni anche alla valorizzazione della risorsa "pesca" con importanti iniziative promozionali a favore dei giovani pescatori il cui numero è più che raddoppiato.

La realizzazione di questi ed altri obiettivi, unitamente ad una organizzazione efficiente e rodata, ha assicurato alla nostra associazione il rinnovo di fiducia da parte della Provincia per altri dieci anni di gestione delle acque provinciali.

E' doveroso un ringraziamento all'amministrazione provinciale (Presidente, Assessore, Giunta e Consiglieri) oltre ai membri e agli organismi e strutture dell'Unione Pesca che hanno concorso a conseguire questo importante risultato.

 

RinnovoConcessione001

Il Presidente V. Bianchini con il Presidente della Provincia M. Sertori, l’Assessore S. De Stefani e il Dirigente D. Moroni

 

L’atto della firma della Concessione tra il Presidente della Provincia e il Presidente UPS

 

I componenti del Comitato di gestione con i rappresentanti della Provincia