Centro Ittico

 Centro ittiogenico di riferimento della Regione Lombardia per la riproduzione e l'allevamento dei salmonidi 

Vista d'insieme del Centro Ittiogenico dell'UPS - anno 2012

 Allevamento ittico riconosciuto indenne dalla Comunità Economica Europea decisione 2007/345/CE

per quanto concerne la setticemia emorragica virale (VHS) e la necrosi ematopoietica infettiva (IHN)

 

 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO

L'Impianto ittiogenico è stato realizzato su una superficie complessiva di circa 6.500 mq., è costituito ssenzialmente da:

  • tre fabbricati adibiti ad incubatoio per la riproduzione del pesce;
  • un gruppo vasche esterne per la stabulazione e l'accrescimento del pesce
  • una stazione di pompaggio;
  • una opera di presa per la derivazione delle acque dal torrente Venina;
  • canali di alimentazione alle vasche;
  • un degassificatore

 

INCUBATOIO

Gli incubatoi sono stati realizzati all'interno di tre strutture prefabbricate su una superficie di mq. 200

Annessi al locale embrionatura sono stati ricavati il locale spremitura, il magazzeno, il garage, l'ufficio e i servizi igienici. 

 

STRUTTURE INTERNE ALL'INCUBATOIO

Attività di riproduzione artificiale della trota Fario Mediterranea

L'incubatoio ha una potenzialità di circa 2.500.000 di avannotti è costituito da:

  • n. 73 vasche rettangolari per la schiusa delle uova.
  • n. 36 telaini per la schiusa (tre per vasca).
  • n. 3 vasche rotonde di accrescimento
  • n. 2 contenitori per lo sviluppoo dell'Artemia salina per lo svezzamento dei temolini

All'interno dell'incubatoio sono state realizzate n. 2 condotte di alimentazione delle vasche.
La prima condotta trasporta l'acqua proveniente dalla stazione di pompaggio, la seconda tubazione rasporta l'acqua proveniente dal torrente Venina.

 

 

 VASCHE

Le vasche esterne sono state realizzate su n.3 blocchi, alimentate dall'acqua in cascata.

Ogni blocco è composto da 8 vasche rettangoli in cemento per un totale di 24 vasche su una superficie complessiva di mq.1.805

Dott. Gibertoni con il ns. personale impegnati nella spremitura dei riproduttori di Fario Mediterranea vasca contenente trottelle mediterranee

  

ALIMENTAZIONE IDRICA DEL CENTRO

è alimentato a scorrimento superficiale da una portata d'acqua di 80 l/sec. derivata dal torrente Venina attraverso una opera di presa, un canale di derivazione con annesse paratoie di interclusione e di ripartizione dell'acqua; è alimentato da una stazione di pompaggio per la derivazione della falda acquifera sotterranea costituito da un locale di circa mq. 9. All'interno di esso sono state posizionate le seguenti attrezzature:

  • n. 2 elettropompe ad immersione poste a circa mt.27 all'interno del camera del pozzo con potenza ciascuna di 11 KW, utilizzate per emungere una portata complessiva massima pari a l/sec.40
  • n. 1 gruppo elettrogeno di KW. 60
  • n. 1 gruppo inverter